Dilettanti, tempo di finali
martedì 27 giugno 2006 - La Gazzetta di Cesena
Dilettanti, tempo di finali
Si è chiuso domenica 18 giugno l'ultimo atto del 37esimo Campionato Provinciale Calcio Dilettanti con la disputa delle finali allo stadio "Moretti" di Cesenatico.
È un campionato lungo, quello che il Centro Sportivo di Cesena organizza in tutto il comprensorio cesenate, che va dalla vallata del Savio fino alle coste di Cesenatico e Cervia con alcune squadre provenienti dall'area di Forlì, Rimini e Ravenna.
Un campionato che inizia ai primi di settembre con la disputa della Coppa Csi "G. Valentini", vinta nel 2005 dal G.P. Vigne, per terminare a inizio estate dopo nove mesi di intensa attività.
Le gare di domenica hanno visto il G.S. Cella vincere la prima edizione della Coppa del Nonno "Over 35" per 2 a 0 contro il Teleromagna Calcio ribaltando quelli che sono stati i valori espressi durante il Campionato Veterani vinto appunto dal Teleromagna Calcio.

La finale della Coppa delle Coppe vedeva in campo le due squadre che hanno dominato per tutto l'anno la serie "C" vincendo i rispettivi gironi, l'A.S. Voltone Water House del girone "B" contro l'A.C. Fiumicinese del girone "A.". Ha avuto la meglio la Fiumicinese che è riuscita a portare fino in fondo il goal di vantaggio ottenuto al 26' del primo tempo su calcio di rigore. E pensare che la Fiumicinese ha dovuto disputare buona parte della gara in nove a causa dell'espulsione di due giocatori. Ci hanno poi pensato anche due giocatori dell'A.S. Voltone a pareggiare i conti facendosi espellere a loro volta. Ristabilita la parità numerica in campo non c'è stato nulla da fare e la Fiumicinese è riuscita a portare in porto l'importante risultato che la fa entrare per la prima volta nell'albo d'oro della manifestazione.

È l'A.S Diegaro che anche per il 2005/06 riesce ad aggiudicarsi la Supercoppa C.S.I. che entra per la prima volta nella sua bacheca sociale. Vittima di turno l'A.S. Sampierana che ha dominato tutto il campionato ma che non è riuscita nell'acuto finale, quello che le doveva consentire l'abbinata Scudetto-Supercoppa. Al Diegaro è andato tutto bene: con un goal per tempo ha chiuso una partita che il suo portiere Paganelli ha difeso fino alla fine grazie a interventi che hanno via via smorzato le pretese di rimonta della Sampierana. Se il campionato del Diegaro quest'anno non è stato esaltante (per alcuni mesi la squadra si è trovata in fondo alla classifica), sicuramente con questa vittoria, esaltante è stata la sua conclusione.

Mauro Armuzzi